• Facebook Clean
  • Instagram Pulito
  • Twitter Clean
  • Flickr Clean
  • Tumblr Clean

Da FIRENZEPOST.IT (Sandro Addario)

ISOLA DEL GIGLIO (GR) – È attesa nelle prime ore di oggi 22 aprile davanti all’isola del Giglio, la nave cantiere «Micoperi 30», che sarà impiegata per la pulizia dei fondali nei pressi del porto, dopo la rimozione del relitto della Costa Concordia, incagliata su un fianco il 13 gennaio 2012 e portata via il 23 luglio 2014 per essere demolita a Genova.

Micoperi 30 è l’ «ammiraglia» dei mezzi navali della società Micoperi di Ravenna, che insieme all’americana Titan, riuscì nella difficile «sfida» di rimettere in galleggiamento e quindi di trasportar via il colosso della Costa Crociere immobile davanti al Giglio dopo la tragedia del 2012 dove morirono 34 persone e oltre 4000 riuscirono, non senza difficoltà, a mettersi in salvo.

Micoperi 30 è partita alcune settimane fa dal porto di Ortona in Abruzzo, dove normalmente ha la sua base operativa. Dopo una sosta tecnica, la nave-cantiere sta in queste ore raggiungendo l’isola del Giglio. Lunga 121 metri e larga 29, dispone di una gru capace di sollevare centinaia di tonnellate. Verrà utilizzata come base per tutte le operazioni di pulizia dei fondali marini, dove la nave da crociera Concordia ha riversato di tutto: dai liquidi al contenuto di ciascuna cabina. Qualcosa come 120 mila metri cubi di rifiuti. ai quali si aggiungono oltre 200 «sacconi» di cemento da 90 tonnellate ciascuno, che sono serviti per «ancorare» il relitto della Concordia durante le operazioni di raddrizzamento.

Sarà un paziente lavoro – affidato alla stessa Micoperi srl – che durerà diversi mesi con l’impiego di oltre 100 persone a bordo. «Contiamo di lasciarla lavorare all’Isola del Giglio – dice a FirenzePost il patron di Micoperi Silvio Bartolotti – almeno fino alla fine di quest’anno 2015. Poi non ci dovrà essere sul fondo del mare neppure una moneta da un centesimo» dice sorridendo.

 

 

 

 

GIGLIO ISLAND (GROSSETO) – It is expected in the early hours of today April 22 in front of the island of Giglio, the ship yard "Micoperi 30” (Trenta), which will be used for the cleaning of the seabed near the port, after the removal of the wreck Costa Concordia aground on their sides on Jan. 13, 2012 and taken away on July 23, 2014 to be demolished in Genoa.

Micoperi 30 is the ‘’flagship” of the vessels of the company Micoperi of Ravenna which, together with American Titan, succeeded in the difficult "challenge" to re-float and then bring up the giant Costa Cruises motionless in front of Giglio after tragedy of 2012 where 34 people died.

Micoperi 30 started a few weeks ago from the port of Ortona in Abruzzo, where normally it has its operational base. After a technical stop, the ship-building site is at this time reaching the island of Giglio. 121 meters long and 29 wide, it has a crane capable of lifting hundreds of tons. It will be used as the basis for all the cleaning of the seabed, where the cruise ship Concordia has poured everything from liquid content of each cabin. About 120 thousand cubic meters of waste and over 200 "big bags" of cement by 90 tons each, that were used to "anchor" the wreck of the Concordia during the operations of straightening.

It will be a patient work - entrusted to the same Micoperi Ltd. - which will last several months with the use of more than 100 people on board. "We hope to leave it to the Island of Giglio - the patron of Micoperi Silvio Bartolotti tells to FirenzePost - at least until the end of this year 2015. Then we do not have to be on the seabed even a one cent coin," he says, smiling.

Porti d'Abruzzo

Abruzzo's Harbors